Episodio 17

Episodio 17

(il nemico)

Zeb è amico dei nativi, questo è fuor di dubbio. Ma quando i capi tribù passano il segno, nessuno meglio di lui può cercare di portare ordine in un clima teso e pericoloso. Una missione molto difficile attende Zeb che dovrà  imparare a fidarsi di un novellino... e a fronteggiare degli indiani molto, molto arrabbiati!

Su una polverosa strada del West, due vagabondi cercano di far ubriacare un piccolo drappello di nativi per poi sottrarre loro i cavalli; finiscono invece col fare le spese della loro dabbenaggine. Intanto a Fort Ellis Zeb Macahan, come sempre molto richiesto dagli alti gradi dell’esercito, assiste a un racconto quantomeno fantasioso… È il creativo sergente Sani Tripp, ormai piuttosto canuto, a tenere banco con le sue storie: un vecchio soldato che, a dire dello stesso Zeb, ha ucciso “con la lingua” più indiani lui che l’intero esercito americano con i fucili! Ma Zeb è a Fort Ellis per ben altro che stare a sentire storie più o meno verosimili. È stato infatti convocato per mettere fine a una questione piuttosto complicata con Orso Bruno, capo indiano che sta mettendo a ferro e fuoco la regione. Il colonnello incarica Zeb di portare il capo nativo al forte e ridimensionare drasticamente le sue interferenze e gli attacchi ai carri dei pionieri. La situazione non può andare oltre! Ma Zeb sa bene che Orso Bruno non è il tipo da muoversi avventatamente, e nutre diversi dubbi sulla questione. Il vero problema sta probabilmente nella violazione dei trattati stipulati in questo caso con la tribù dei Corvi: violazioni quasi sistematiche da parte dei bianchi che hanno costretto nel tempo i nativi a mutare il loro atteggiamento e a ricorrere alla violenza come mezzo di ritorsione. Il colonnello sa bene di trovarsi dalla parte del torto ma ha ricevuto ordini precisi dall’alto. Inoltre non è da sottovalutare il problema dei Piedi Neri, che non attendono altro che una buona occasione per attaccare. C’è fin troppa carne al fuoco per Zeb, che vorrebbe avere le mani libere… Ma c’è un’altra questione da non sottovalutare: il giovane tenente cui viene affidata la missione – di cui Zeb sarà  una specie di guida e consigliere – non sembra molto esperto di indiani, benché allievo modello della scuola ufficiali. Forse Zeb cerca una sua piccola vendetta quando chiede al colonnello che il sergente Tripp si unisca alla loro spedizione… Intende forse fargli stordire il tenente con le sue chiacchiere? Effettivamente i nativi sono divenuti molto aggressivi: una donna e i suoi figli vengono attaccati e presi come ostaggi. Nel corso di una perlustrazione, Zeb e Tripp scoprono però un’importante novità : il capo dei Corvi non è più Orso Bruno ma suo figlio, Zampa di Lupo, decisamente sprovvisto delle qualità  del padre. Questo può trasformarsi in un punto a favore della missione, oppure rappresentare un pericolo ulteriore… Zeb non fatica molto a convincere il tenente sul da farsi, visto che lui non ha la minima idea di come affrontare i nativi. Tuttavia sul trattamento da riservare loro ci sono non poche divergenze. Per il giovane tenente, che avrà  modo anche di conoscere meglio la donna ostaggio dei Corvi e ora liberata insieme ai suoi figli, è il momento di imparare molte cose, anche sulla vita. A rendere le cose ancora più complicate ci pensa l’intromissione violenta di bianchi criminali che solo grazie all’intervento tempestivo e autoritario di Zeb non provocano una vera e propria strage. Ma ora c’è anche Nuvola Rossa sulle tracce del tenente e di Macahan…

L’ACCADEMIA DI WEST POINT

Siamo lontani da West Point, qui! È quello che con la sua proverbiale ironia afferma Zeb, quando gli viene comunicato chi dovrebbe guidare la missione contro Orso Bruno: un giovanissimo tenente fresco di scuola e primo nel suo corso. Ma Zeb stesso avrà  modo di ricredersi su di lui nel corso della emozionante avventura che vivrà  al fianco del giovane ufficiale. La più prestigiosa scuola militare per ufficiali degli Stati Uniti prende il nome dalla località  di West Point, nello stato di New York. Il forte iniziale, nucleo storico della scuola, fu edificato nel 1779, divenendo in breve un vero e proprio mito della storia militare americana. Quasi contemporaneamente venne costruito anche un istituto specializzato in ingegneria militare finché, nel 1802, il presidente Thomas Jefferson fondò la United States Military Academy. Primo Superintendant (vale a dire Sovrintendente) della nuova Accademia fu il colonnello Sylvanus Thayer. Fu lui a stabilire i programmi di addestramento e a creare una vera e propria etichetta, oltre a indirizzare il percorso di studi verso una importante base di conoscenze ingegneristiche. Grazie alle competenze degli ufficiali usciti da West Point in quegli anni, furono realizzate le prime linee ferroviarie della nazione, così come gran parte delle infrastrutture di cui la giovane nazione necessitava, una svolta la diede poi 11 celebre sovrintendente Douglas MacArthur (1880-1964), il quale preferì concentrare la preparazione sull'aspetto atletico ed enfatizzare al massimo il concetto di onore. Alcuni tra i nomi più importanti della storia degli Stati Uniti provengono da West Point. Tra essi i generali Eisenhower, Clark e Pat-ton (solo per citare i più celebri) oltre al già  segnalato MacArthur. Il motto della Scuola è oggi "Duty, Honor, Country" (ossia Dovere, Onore, Nazione), uno spirito che ancor oggi mantiene l'Accademia una delle scuole militare più prestigiose al mondo.

Guarda su Youtube

https://www.youtube.com/watch?v=WlG5LmVYKDo


Regia: Gunnar Hellstrom
Sceneggiatura: Ron Bishop, Steve Hayes
Interpreti: James Arness, Fionnula Flanagan, Bruce Boxleitner, Kathryn Holcomb, William Kirby Cullen, Vicki Schreck
Guest star: Warren Kemmerling, Vera Miles, Pat Petersen, William Shatner
Origine: USA
Prima trasmissione originale: 5 febbraio 1979
Genere: Western
Durata: 90 minuti circa


Protagonista

La famiglia Macahan

  • James Arness nel ruolo di Zeb
  • Fionnula Flanagan nel ruolo di Molly Culhane
  • Bruce Boxleitner nel ruolo di Luke
  • Kathryn Holcomb nel ruolo di Lara
  • William Kirby Cullen nel ruolo di Josh
  • Vicki Schreck nel ruolo di Jessie

Ospite protagonista

  • Kip Niven nel ruolo del Tenente Ayeless
  • Lee Bryant nel ruolo di Elizabeth
  • Paul Koslo nel ruolo di Jobe

Ospite speciale

  • Denver Pyle nel ruolo del Sergente Tripp

Co-protagonista

  • William Bryant nel ruolo del Colonnello Worth
  • Douglas Dirkson nel ruolo di Tally
  • Victor Eschbach nel ruolo di Harley
  • Ken Lynch nel ruolo di Mace
  • Richard Moll nel ruolo di Mosè
  • Don Shanks nel ruolo di Red Kettle
  • Duane Loken nel ruolo di Wolf Paw
  • Richard S Skaggs nel ruolo di Jeff Baxter
  • Mellisa Skaggs nel ruolo di Susan Baxter

Crediti

Titoli di chiusura

  • Regia:  Gunnar Hellstrom
  • Scritto da: Ron Bishop e Steve Hayes
  • Consulente di storia: Calvin Clements
  • Produttore:  John G. Stephens
  • Produttore esecutivo:  John Mantley
  • Direttore della fotografia: Edward R. Plante
  • Direttore artistico:  Arch Bacon
  • A cura di: Steven C. Brown
  • Direttore di produzione: Hal Klein
  • Assistente alla regia: Lorin B. Salob
  • Secondo assistente alla regia: Mary Lou MacLaury
  • Produttore associato: John A. Fegan, Jr.
  • Sviluppato per la televisione da:  Albert S. Ruddy  e  Jim Byrnes
  • Musica di:  Bruce Broughton
  • Compositore: Jerold Immel
  • Supervisore musicale:  Harry V. Lojewski
  • Arredatore:  Herman N. Schoenbrun
  • Editore musicale: Scott Perry, Jr.
  • Editor del suono: Jack Cheap
  • Attrezzista: Earl Gawthorpe
  • Suono: Gene Garvin e Hal Watkins , CAS
  • Supervisore della sceneggiatura:  John C. Dutton
  • Costumista uomo:  Bob Magahay
  • Costumista donna: Gilda Craig
  • Trucco: Richard Cobos e Tony Lane
  • Parrucchieri: Joan Phillips e Mary Hadley
  • Casting: Pam Polifroni
  • Coordinatore delle scene di azione: Richard A. Lundin
  • Coordinatore degli stunt: Ben Bates
  • Effetti speciali:  Bill Balles

” Disegni di Charles M. Russell per gentile concessione di:

  • Museo CM Russell, Great Falls, Montana
  • Mackay Gallery, Montana Historical Society
  • Brown & Bigelow, una compagnia sassone”

“Girato in METROCOLOR | Titoli e ottiche MGM | Fotocamera e obiettivi Panaflex di PANAVISION”
“Una produzione John Mantley “
“In associazione con MGM Television”

vuoi supportarmi o anche solo offrire un caffè?





Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.